Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


sabato 17 giugno 2017

Le mamme dei cialtroni sono sempre incinte


Perlomeno, però, Federico Rampini glie ne dice quattro come si meritano. (h/t Climalteranti)

61 commenti:

  1. Questi sono i crediti scientifici del signor Rampini (cito):
    "Rientra in Italia nel 1974 e frequenta l'Università Luigi Bocconi di Milano, dove studia economia politica per quattro anni, senza laurearsi.

    Poi si trasferisce all'Università La Sapienza di Roma dove passa alcuni esami con Federico Caffè, sempre senza conseguire la laurea.

    Nello stesso periodo frequenta i seminari del sociologo liberale francese Raymond Aron all'EHESS di Parigi. Dal 1974 al 1984 è iscritto al Partito Comunista Italiano."

    Se il signor Rampini me ne dicesse quattro su QUALSIASI ARGOMENTO io mi farei una bella risata in quanto l'ultima riga da sola basta a dare conto del passato, del presente e del futuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Lorenzo, adesso passami il tuo curriculum e vediamo come te la cavi tu.

      Elimina
    2. Bene, te lo passerò quando sarò chiamato in televisione in qualità di Profeta del Signore a dirne quattro a qualcuno.

      Elimina
    3. Ecco bravo. Proprio come pensavo. Mi immagino quali importanti titoli accademici ci mostrerai

      Elimina
    4. Sai che è difficile capire quello che dici?
      Tu ti esalti perché il signor Rampini "ne dice quattro" a qualcuno in TV, se io ti faccio notare che il signor Rampini non ha alcun titolo per correggere qualcuno sugli argomenti in questione, tranne i meriti acquisiti con la "militanza", allora tu mi dici che io devo mostrare i miei titoli per potere criticare il signor Rampini.

      Ti rendi conto che è un ragionamento demenziale oppure no?
      Se no, abbiamo un problema.

      Elimina
    5. E quali sono le referenze scientifiche della Tommasi?

      Elimina
    6. Gentile Sig. Lorenzo,

      Mi sembra di capire dal suo commento che lei non stimi molto Federico Rampini e vorrei capirne le ragioni.

      Forse perché non è laureato? Certo conseguire una laurea è una bella cosa, ma non mi sembra che tutti i laureati siano persone intelligenti, colte, brillanti, logiche, equilibrate, ecc.

      Oltretutto ci sono persone che hanno avuto successo nel loro lavoro pur senza essere laureati. A me risultano: Enrico Mentana; Piero Angela; Bill Gates; Steve Jobs; Mark Zuckerberg; Frank Lloyd Wright; Roberto Benigni; Dario Fo; Eugenio Montale; e altri ancora.

      O forse il suo astio è dovuto ad altre ragioni? Il suo commento si conclude con questa frase: "l'ultima riga da sola (Dal 1974 al 1984 è iscritto al Partito Comunista Italiano) basta a dare conto del passato, del presente e del futuro.

      Non sarà proprio questo il motivo? Dunque per lei avere avuto la tessera del PCI costituisce di per sè una colpa così grave da non poter essere espiata? Una macchia così indelebile sulla propria vita da non avere il diritto di dire nulla su "qualsiasi argomento", anzi su "QUALSIASI ARGOMENTO", come dice lei?

      Mi chiedo invece su quali presupposti lei si arroghi il diritto di sputare sentenze su tutto e tutti.

      Resto in curiosa attesa di una sua cortese risposta.

      Alessandro B.

      Elimina
    7. Lorenzo, proprio non hai capito nulla: Rampini fa il suo mestiere di giornalista e lo fa bene. Tu, invece, che mestiere fai? Lo sputasentenze? Il rompiscatole? Cosa?

      Elimina
    8. Io impiegai del tempo in commenti su un altro blog,tempo fa, con il tizio che ogni tanto fa capolino in questo blog.
      Per fortuna capii dopo poche volte che era tempo sprecato.
      Ignorarlo è la cosa più fruttuosa che si possa fare.

      Marco Sclarandis

      Elimina
    9. Lorenzo, se ascolti con attenzione, Rampini si limita a dire che il 99% degli scienziati sono convinti che il cambiamento climatico è anche da attribuire all'uomo. Voler fare polemica anche su questa semplice affermazione è negare la semplice realtà dei fatti

      Elimina
  2. Non mi piace questo video, ne la Tommasi ne Rampini : una non si rende conto del problema, l'altro dà dei cialtroni a buona parte dei cittadini italiani che manifestano dei dubbi circa il decreto legge dei 12 vaccini.

    Gianni Tiziano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. togliete questo video, è vomitevole.
      Non si può mischiare il gelato con il ketcup.
      O si parla di cambiamenti climatici, o si parla di vaccini.

      Tiziano

      Elimina
    3. Tiziano, non ti ci arrabbiare. Questo video non è a proposito dei vaccini. Se la prende contro i ciarlatani climatici e ha ragione.

      Elimina
    4. Mi dispiace Professor Bardi.
      Federico Rampini ha fatto un discorso a doppio senso.
      Accomunare chi manifesta contro i 12 vaccini vaccini obbligatori (e io sono uno di quelli) a quelli che negano il cambiamento climatico (e io NON sono uno di quelli) manifesta, a mio modo di vedere, grande CIALTRONERIA (di Rampini, sia chiaro).
      Non è solo cialtroneria, è anche disprezzo e mancanza di rispetto.

      Gianni Tiziano

      Elimina
    5. Dal vocabolario Treccani on-line :
      cialtróne s. m. (f. -a) [etimo incerto]. – Persona volgare e spregevole, arrogante e poco seria, trasandata nell’operare, priva di serietà e correttezza nei rapporti personali, o che manca di parola nei rapporti di lavoro. Anche, con sign. attenuato, persona sciatta nel vestire e nel portamento, o che nel lavoro sia solita fare le cose in fretta e senza attenzione. ◆ Dim. cialtroncèllo; pegg. cialtronàccio.

      Elimina
    6. Onestamente, mi sembra che la tipa di questo film si meriti ampiamente il titolo di cialtrona. Su altri argomenti, certamente, non è la stessa cosa

      Elimina
  3. fermare il GW significa fermare la civiltà industriale, imporre il figlio unico in tutto il mondo, stoppare immediatamente tutte le guerre, chiudere tutte le discoteche, fermare tutti i festival, mettere a ogni angolo di strada una autoblindo con l'ordine di sparare dopo il coprifuoco (come tra l'altro diceva mio padre 70 anni fa), istituire la tessera alimentare e energetica, ecc. ecc. In caso contrario ha ragione Trump; gli accordi sul clima non servono a nulla, tanto vale lasciare il BAU. Come diceva Simonetta alla fine di un post:"La cosa più altruista è accelerare il disastro". Ma avete visto come si scioglie l'asfalto in India? Finchè non succederà a New York, Vancouver, Londra, Parigi, Pechino potete stare certi che continueremo a vedere le facce rifatte della Tommasi vomitare cavolate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mago concordo, ma intendi il figlio unico per chi ha già solo un figlio od ha zero figli; chi ne ha già due o più? Glieli vuoi abbonare scontandoli da chi ne ha zero e condannandoli ad averne zero, come succede spesso oggi in italia fra garantiti e non garantiti di stato? (intendo sempre le persone responsabili che senza sicurezza economica preferiscono non fare figli)

      Elimina
    2. le leggi valgono dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

      Elimina
    3. le leggi valgono dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Poi mi parrebbe giusto dare la possibilità a tutti di aver un figlio, volendolo. Ma siamo nell'impossibile, come dicevo prima.

      Elimina
  4. L’aumento di CO2 nell'atmosfera ha delle conseguenze sia positive che negative:
    1) Positive per la maggior parte delle piante che la debbono assorbire (solo poche ne vengono penalizzate leggermente);
    2) Forse (e dico forse) ha rinviato di qualche millennio la prossima era glaciale, visto che questo periodo interglaciale è durato mediamente più degli ultimi altri;
    3) Per quanto riguarda la temperatura, ha un effetto molto debole, visto che la sua concentrazione nell'atmosfera è aumentata di circa il 50%, ma la parte di temperatura che è aumentata per colpa della CO2 è solo di una frazione di grado centigrado.
    Sarei ben lieto di non usare più i combustibili fossili, ma le alternative a che punto sono?
    La popolazione mondiale sta crescendo sempre più in valore assoluto, anche se in percentuale, la crescita sta diminuendo. In una situazione del genere non c’è fonte energetica che possa rendere il sistema sostenibile nel lungo periodo.
    Nel caso che la popolazione mondiale smetta di crescere, anche perché non ci saranno più abbastanza posti di lavoro in futuro; le energie alternative, allo stato attuale della tecnologia, non riuscirebbero a sostenere una società complessa come la nostra.

    Io penso che la nostra società potrà avere un futuro (sempre che la popolazione mondiale non cresca), soltanto sfruttando qualche nuova forma di energia nucleare ad alto rendimento.
    Solo così sarà possibile portare l’acqua nelle zone desertiche e rendere questo mondo un pò più verde di quello attuale.
    Forse qualcuno non si rende conto che, se anche le fonti rinnovabili sostituissero i combustibili fossili, la temperatura continuerebbe a cambiare sia per la sua inerzia, sia perché l’uomo sta aumentando i terreni desertici di questo pianeta a causa dell’eccessivo sfruttamento.
    Abbiamo bisogno di tanta energia (che le rinnovabili non possono darci) per modificare l’ambiente in meglio.
    Io auspico che in futuro il deserto del Sahara, così come gli altri deserti del mondo, scompaiano grazie alla rete di canali pieni di acqua desalinizzata inviata dall’uomo.
    Per far questo non sono sufficienti le fonti rinnovabili, ma serve un’energia concentrata come quella nucleare.
    Molti ignorano il fatto che l’energia necessaria a far funzionare la società moderna è così alta che, qualsiasi forma di energia chimica, potenziale (idroelettrica), cinetica (vento), elettromagnetica (solare) venga utilizzata; ha bisogno di milioni di impianti che incidono sulle risorse disponibili e pesano sul loro riciclo.
    Sfortunatamente, i reattori a fusione nucleare concepiti fino adesso hanno poca probabilità di riuscita.
    La scienza deve fare ancora qualche passo avanti per riuscire gestire tale energia per usi civili.
    Io investirei in Ricerca Teorica nel settore nucleare; lì c’è infinita energia a disposizione (e non si finirebbe per vivere una vita di stenti, per poter risparmiare fino all'ultimo KWh di energia).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ritorno al futuro II?

      Elimina
    2. R "3) Per quanto riguarda la temperatura, ha un effetto molto debole, visto che la sua concentrazione nell'atmosfera è aumentata di circa il 50%, ma la parte di temperatura che è aumentata per colpa della CO2 è solo di una frazione di grado centigrado." Prof può chiarire lei?

      Elimina
    3. Ho visto anche io la trasmissione: l'elemento che più mi ha colpito, forse un pò l'ombrosianamente, è l'assonanza fra la sgradevolezza del visus della Tommasi e l'inciampo continuo della sua dizione da un lato, ( fra vocali aperte quando chiuse e triple consonanti,immagino retaggio della sua migrazione dal sud Italia profondo alla capitale romana del sud Italia), e la sua arte retorica da bar sport, più che i suoi assiomi bislacchi e deformi.

      Elimina
    4. @Alessandro
      "serve un’energia concentrata come quella nucleare".
      Visto che si può fantasticare, io metterei insieme l'eolico d'alta quota con qualche nuovo materiale, tipo questo…
      http://www.focus.it/tecnologia/tecno-prodotti/duro-come-il-diamante-plastico-come-la-gomma
      Angelo

      Elimina
    5. bello, quando la De Loren veniva alimentata con bucce di banana. Teoricamente possibile con la fusione nucleare, ma vi immaginate quante esplosioni termonucleari a giro per il pianeta, altro che Chernobil e Fukushima. Poi le banchise antartica e artica hanno cominciato a formarsi con CO2 < 450 e 350 ppm, 35 e 4 mln di anni fa, ora la CO2 è su 410 ppm. Fate un pò voi i conti. Forse con una buona ricerca teorica ci arriveremo.

      Elimina
    6. @mago: molte idee e molto confuse!

      1) Chernobil e Fukushima sono state un problema per colpa delle radiazioni emesse (diffusione di elementi radioattivi); la fusione nucleare non usa elementi altamente radioattivi. Il trizio utilizzato è debolmente radioattivo, nel senso che, se non ingerito, non causa problemi.

      2) Già di esplosioni Termonucleari ce ne sono state oltre 2000 nel mondo, e non mi pare che sia successo chissà cosa. Lo stesso rischio lo potremmo avere anche adesso, visto che ci sono più stati con le bombe nucleari. Vedremo cosa scoprirà la scienza e poi ne riparliamo.

      3) "Poi le banchise antartica e artica hanno cominciato a formarsi con CO2 < 450 e 350 ppm, 35 e 4 mln di anni fa, ora la CO2 è su 410 ppm."
      Qui metti insieme cose che non c'entrano niente!!!
      I Ghiacciai antartici (la banchisa è il ghiaccio che si forma sul mare), si sono formati circa 30 Milioni di anni, non per motivi di concentrazione della CO2, ma semplicemente perché l'Antartide prima si trovava a più basse latitudini (più vicino ai tropici); solo quando si è spostato al polo sud è stato possibile la formazione dei ghiacciai!!

      Della serie: mischiare tanti concetti per far confondere e far credere cose assurde.

      Pazienza!

      Elimina
    7. Alessandro, l'Antartide si trovava più o meno dove è adesso già cento milioni di anni fa. Il movimento dei continenti c'entra poco o nulla con la formazione dei ghiacciai. Su questo ha ragione Mago: è correlata a una diminuzione di temperatura a sua volta correlata alla riduzione della concentrazione di CO2

      Elimina
    8. - L'Antartide senza veli: ecco la prima mappa del continente "di ghiaccio" -
      http://www.focus.it/scienza/scienze/lantartide-senza-veli

      "L’Antartide 80 milioni di anni fa si trovava più a nord rispetto a dove si trova oggi e quando il Pangea si spezzò il movimento della zolla a cui esso appartiene lo portò verso il sud del mondo. Avvicinandosi alle aree più fredde del pianeta iniziarono dapprima a formarsi ghiacciai che si muovevano e che scavavano il continente, poi, quando arrivò alla posizione attuale esso venne ricoperto interamente da una calotta di ghiacci che in certi punti supera i 3.000 m di spessore."

      ci tengo a sottolineare questo passo:
      "poi, quando arrivò alla posizione attuale esso venne ricoperto interamente da una calotta di ghiacci"

      ------
      Volete una fonte più autorevole di Focus?

      Eccola:
      "EVOLUZIONE GEOLOGICA"
      http://www.mna.it/content/evoluzione-geologica

      Alla fine dell'articolo potete leggere:

      "A circa 30 Ma inizia il distacco della Penisola Antartica dal Sud America, con la formazione dello stretto di Drake e lo sviluppo della corrente circumpolare antartica. E’ da allora che l'Antartide si ritrova completamente isolata e centrata al Polo Sud, con il successivo sviluppo della potente calotta glaciale."

      Praticamente, la separazione dal Sud America, ha permesso la creazione di una corrente sia marina che atmosferica, che isola l'Antartide dal resto del mondo.

      Questo (e solo questo) ha permesso la formazione del ghiacciaio Antartico.
      -------------

      La concentrazione di CO2 è stato solo un effetto secondario.

      Come sappiamo, nessuna delle glaciazioni del passato è stata causata da una bassa concentrazione della CO2 nell'atmosfera, ma sono sempre state dovute a un cambiamento della configurazione delle terre emerse, delle correnti marine ecc.

      Elimina
    9. E' una leggenda che gira su riviste al livello di Focus. Leggi bene sugli articoli scientifici prima di lanciarti a ripeterla come se fosse vera.

      Elimina
    10. Io leggerei meglio il secondo articolo, del sito:
      "Museo Nazionale dell'Antartide".

      Anche perché è la stessa cosa che ho letto nei libri di Geologia.
      (Mi pento d'aver citato Focus).

      Elimina
    11. Ho sempre detto che i commenti di un blog non sono il posto per insegnare la scienza del clima. Ma per una volta farò un eccezione - apposta per te!
      Allora, per prima cosa guardati la posizione dei continenti nel Fanerozoico, la trovi, per esempio, qui

      https://pubs.usgs.gov/gip/dynamic/historical.html

      Vedrai che l'Antartide era già più o meno dove è ora 100-150 milioni di anni fa, quando non era ghiacciato e ci vivevano i dinosauri.

      Ora vatti a guardare il record delle temperature che trovi, per esempio, su Wikipedia, qui

      https://en.wikipedia.org/wiki/Geologic_temperature_record

      E vedrai che la glaciazione dell'Antartide comincia in corrispondenza con un calo delle temperature. In effetti è un ciclo in due fasi, nel mezzo c'è stato una fase intermedia in cui l'Antartide si è temporaneamente de-ghiacciata. Fra le antre cose, questo dimostra che la glaciazione non è un effetto del movimento continentale: in questo periodo l'Antartide non è rimbalzata su e giù dal polo sud come se fosse una pallina da ping-pong

      Infine, nota i dati sulla concentrazione di CO2 durante questo periodo. I dati sono più incerte, ma il raffreddamento planetario degli ultimi ca. 50 milioni di anni è chiaramente correlato a una diminuzione delle concentrazioni di CO2

      https://www.skepticalscience.com/co2-higher-in-past-intermediate.htm

      A tua discolpa, è anche vero che molti siti, anche che hanno pretese di essere scientifici, raccontano la leggenda che l'Antartide si è ghiacciata quando si è spostata in corrispondenza del polo sud geografico. Non è così, può essere stato un fattore, ma marginale rispetto al raffreddamento planetario.

      Per questo, bisogna leggere queste cose con un certo spirito critico e capire i meccanismi di omeostasi planetaria.

      Ora, per favore, chiudiamo qui, come dicevo i commenti di un blog non sono il posto per approfondire la scienza del clima. E' non lo è nemmeno "8 e mezzo", dove succedono casini tipo il dialogo Rampini/Tommasi

      Elimina
    12. Ale, tutti i giorni vanno a fuoco auto e camion a motore termico. Pensa se fossero mossi da motori a fusione, altro che 2000 deflagrazioni termonucleari in 30 anni. Sarebbero solo quelle di un giorno, col cervello che hanno i guidatori, che i più non sanno cos'è il volano, non me ne meraviglierei.

      Elimina
    13. Adesso si capisce meglio che le cause che portarono alla glaciazione dell'Antartide furono varie.

      1) Un abbassamento della temperatura globale;

      2) L'isolamento dell'Antartide, che era si nel polo Sud (più o meno), ma da cui si stacco prima l'Australia e l'America del Sud.

      3) La concentrazione della CO2 possibilmente seguì le temperature...

      e chissà quali altri fattori, visto che la certezza di tutto ciò che avvenne non è possibile saperlo.
      ----

      Tornando al discorso iniziale.

      Io non impazzisco per i combustibili fossili, e ne farei volentieri a meno.

      Il problema è che la nostra società (e la popolazione) è andata troppo oltre ciò che è possibile sostenere con un Pianeta così piccolo e con le fonti rinnovabili.

      Del futuro non vi è certezza e quindi è giusto che ognuno di noi segua la via che ritiene più adatta alla soluzione dei problemi che si presenteranno.

      Io penso che solo una fonte energetica concentrata come l'energia Nucleare possa soddisfare le richieste energetiche di una società sviluppata e sovraffollata.

      Questo non toglie che, anche le fonti rinnovabili non possano fare la loro parte.

      Elimina
    14. Ale, scusa per aver usato banchisa, ma nei testi inglesi è "ice sheet", che ho inteso maldestramente in banchisa, ma non volevo certo inocularti idee confuse e sbagliate. (Però il termine banchisa è più affascinante di strato di ghiaccio perchè evoca il ricordo di imprese storiche come quella del dirigibile Norge del nostro Umberto Nobile).

      Elimina
    15. @mago: "Ale, tutti i giorni vanno a fuoco auto e camion a motore termico. Pensa se fossero mossi da motori a fusione, altro che 2000 deflagrazioni termonucleari in 30 anni. "

      Chiaramente io penso che a fusione nucleare si debbano costruire le centrali elettriche, e non muovere i singoli motori, che comunque, vista la poca energia che consumano (rispetto a quella generata dalla fusione nucleare), un reattore che muovesse un singolo camion dovrebbe avere la stessa quantità di energia di qualche pieno di carburante e non quello di una bomba nucleare (basta ridurre il combustibile a pochi decimi/centesimi di grammo).

      I camion dovrebbero andare con l'energia elettrica prodotta dalla centrale nucleare, ma immagazzinata in pile di nuova concezione.

      Ecco perché dico che la scienza e la tecnologia debbano ancora fare passi avanti.

      Elimina
    16. Saranno anche modeste le variazioni di temperatura media a seguito dell'aumento della concentrazione di CO2, ma intanto basta e avanza per sconvolgerci le tranquille estati mediterranee. Questo giugno, almeno al nord Italia, ha ondate di calore pari a quelle di luglio, durante il quale comunque il bell'anticiclone delle Azzorre è diventato una rarità, sostituito stabilmente dall'imponente anticiclone africano.
      Al nord siamo quasi in emergenza idrica:
      http://www.ilgazzettino.it/nordest/rovigo/siccita_assenza_precipitazioni_caldo_minacciano_produzione_agricola-2509551.html
      Altrove non se la passano meglio, per non essere ancora estate:
      http://www.meteogiornale.it/video/1056-grecia-anomalia-meteo-temporali-grandine-gigante/
      http://www.meteogiornale.it/video/1052-spagna-caldo-45-gradi-temporali-grandine-gigante/

      Elimina
    17. ma sei sicuro che l'energia elettrica abbia la potenza per muovere un camion?

      Elimina
    18. Se sostieni che parti piccole ma non marginali della spesa pubblica vanno investite in ricerca nucleare( diciamo uno 0,5%) sono d'accordo; poi però almeno il 20% dovresti investirlo in ricerca dei materiali ed altri rinnovabili, in particolare quelle con capacità di riserva; sempre di risorse pubbliche da drenare al bau del monte stipendi pubblico degli erogatori di servizi si tratta: la fusione nucleare potrebbe essere il futuro a fine secolo, se nel frattempo, con le maniere forti, conteniamo popolazione, emissioni, ipertrofia della complessità sociale...Insomma la fusione nucleare è la carota appesa ad un filo oltre il dirupo di Seneca, ed è bene che i più ci cadano in quel dirupo senza drenare altre risorse naturali...Vedi tu...

      Elimina
    19. @mago:
      Il trasporto pesante sarà elettrico. Debutta il camion a batteria Mercedes
      http://www.lifegate.it/persone/stile-di-vita/camion-mercedes-elettrico

      Magari, sperando che la tecnologia delle batterie migliori sempre.

      @Fra: "Insomma la fusione nucleare è la carota appesa ad un filo oltre il dirupo di Seneca"

      Se non c'è un avanzamento scientifico, sono d'accordo con te, visto che i metodi che stanno utilizzando attualmente hanno poche speranze di riuscita.

      Invece, la scienza ha ancora grandi passi da fare, quindi, nessuno ci vieta di sperare in meglio.
      ---
      Se con l'energia chimica (combustibili) siamo riusciti a far andare la nostra società per qualche secolo (partendo dal carbone);
      con quella nucleare possiamo andare nello Spazio!

      Elimina
    20. @Ugo: "I dati sono più incerte, ma il raffreddamento planetario degli ultimi ca. 50 milioni di anni..."

      Riflettevo su un aspetto forse non trascurabile.
      Quando i vari continenti si allontanavano gli uni dagli altri, sicuramente l'attività vulcanica doveva essere molto intensa.

      Può darsi che il raffreddamento mondiale di quel periodo sia dovuto all'intensa attività vulcanica e al relativo oscuramento del cielo?

      Bisognerebbe fare due calcoli per capire quanto intensa doveva essere l'attività vulcanica e i relativi effetti sull'ambiente dovuti alle ceneri proiettate nell'atmosfera... bisognerebbe approfondire.

      Elimina
    21. Eccellenti commenti prof.Bardi. Trovo inoltre più che appropriate le sue lezioni di geologia e le disquizizioni con Alessandro P.
      Se mi è permesso esprimere un desiderio, vorrei che lei aggiungesse ogni tanto qualche approfondimento sulla scienza del clima.
      Continui così, sono cose che mi piace leggere.
      Che distanze siderali dai commenti di quei due, specie della Tommasi.

      Elimina
    22. Le piante, oltre al CO2, hanno bisogno di acqua e di temperature ottimali
      nelle diverse fasi vegetative; il tanto efficiente nucleare
      (si fa per dire) ha bisogno di 7 tonnellate di minerale per produrre 1 grammo di combustibile:
      per l’uranio sono 10 kJ/kg (“La mappa del denaro”
      di L. Sertorio nel paragrafo il destino della miniera).
      Ci vuole petrolio per estrarre uranio.
      S.M.

      Elimina
  5. Scusate, sempre lombrosianamente (senza apostrofo) la Tommasi appronta un volto sgradevole anche per la terza classe scheletrica (prominenza del mascellare inferiore), a cui aggiunge un trucco pesante ad artificioso come di una bambola di porcellana. Alla Bocconi evidentemente si guardano bene dall'insegnare i rudimenti della scienza e della grazia.Ricordiamo l'altra illustre bocconiana a tal proposito, Sara Tommasi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Fra ieri sera ho finito di leggere un articolo (teorico e probabilmente datato) dell'unibocconi. Non si presenta così male. Tu ci hai studiato? http://matematica.unibocconi.it/articoli/l%E2%80%99economia-nell%E2%80%99era-dei-beni-comuni-la-tragedia-le-sfide-le-possibili-soluzioni

      Elimina
    2. E cosa c'entra se io ciò studiato? Io non ho fatto economie e commercio. Mi limitavo a riferire come le due bocconiane più famose a cognome Tommasi abbiano dato grandi prove di cultura...O forse non sei d'accordo? Tu hai studiato un minimo di rudimenti dell scienza che evidentemente alla Bocconi si guardano bene dall'insegnare? Mi sbaglio o gli economisti puri sono sono considerati dai picchisti degli apprendisti stregoni) Evidentemente dopo gli studi economici serve un minimo di infarinatura scientifica, che alla Bocconi evidentemente non danno come in altre facoltà di economia e commercio...Ti ci hai studiato? Ahhh

      Elimina
    3. No Fra, non sono d'accordo. Tu hai descritto fisicamente l'aspetto della persona, non i contenuti che ha esposto. E l'hai condito con "alla Bocconi evidentemente si guardano bene dall'insegnare i rudimenti della scienza e della grazia". Quale grazia? Ecco perché ho voluto approfondire se tu avessi studiato in quella università, forse potevi aver avuto qualche motivo personale per comportarti così. L'articolo che ho letto secondo me è interessante. Poi se vuoi darmi dell'ignorante a prescindere perché ti ho fatto una domanda fai pure. Ciao!

      Elimina
    4. Dici di non essere d'accordo ma poi fai riferimento alla mia descrizione lombrosiana, come da me riferito della persona, condita anche da un accenno alla pessima dizione di questa Bocconiana: semmai dovresti dire che ti ha dato fastidio la mia descrizione lombrosiana, o forse volevi dire che non sei d'accordo sul fatto che alla Bocconi, come nelle altre facoltà di economia e commercio, non insegnano i rudimenti della scienza? Sai che significa lombrosiana? Sai che cos'è un paradosso? Dovresti dire non ho gradito, perchè se non sei d'accordo non lo hai spiegato neanche un po' adducendo motivi di fastidio nella descrizione fisica. Non ti do dell'ignorante perchè hai fatto una domanda, in quanto non hai fatto alcuna domanda ma esposto motivi di fastidio introdotti da una premessa logica...Delle due l'una...Ripeto: la Sara Tommasi ha messo in scena,a sua insaputa, un grande show lombrosiano...

      Elimina
    5. Sara Tommasi?
      Sicuro di non aver sbagliato persona?

      Elimina
    6. Alfonso un refuso può capitare. Hai ragione Fra, ho sbagliato interlocutore.

      Professor Bardi, in rispetto dei suoi utenti potrebbe essere così gentile da non utilizzare luoghi comuni discriminanti nei confronti della donna? Grazie.

      Elimina
    7. Marianna, mi sembri di fori come un parafulmine. Comunque, la prossima volta intitolo "I padri dei cialtroni hanno sempre il preservativo bucato." Contenta?

      Elimina
    8. Ha ragione professore. Son di fuori e mi scuso.

      Elimina
    9. Sono sicura che Lilli Gruber apprezza.

      Elimina
    10. Se avessi ancora la grinta che avevo una volta le avrei risposto a modo anche a lei, ma adesso ho perso le speranze.

      Elimina
  6. ma i denari dove li prendiamo? visto che stiamo per fallire. pertanto ci sara' automaticamente un riassetto di tutto. buona decrescita a tutti.

    RispondiElimina
  7. Le madri dei Rampini sono sempre incinte.

    Poraccio, ancora non si è ripreso dall'elezione di Trump.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Deciomeridio: Chissà quanto ci metterà l'America a riprendersi dall'elezione di quel pupazzo di Trump... :-D

      Elimina
  8. Ha lo stesso QI di sua sorella Sara...

    RispondiElimina
  9. Caro Ugo, non sapevo tu fossi uno che "può sputtanare chiunque" e io uno che "il dissenso è vietato". Se vuoi rispondergli, fai pure. Tieni solo conte del fatto che sarò via e completamente offline fra il 25 giugno e il 6 luglio e tengo i commenti del mio blog in moderazione.
    https://climafluttuante.blogspot.ch/2017/06/una-ciarlatana-da-un-bullo.html?showComment=1498115424296#c3721091037896059487

    RispondiElimina